Coronavirus, Federcasa chiede al Governo misure specifiche per le Aziende Casa

Alleggerire il carico fiscale sulle case popolari e concedere finanziamenti specifici al settore dell’edilizia residenziale pubblica, per contrastare l’emergenza causata dal Coronavirus. Sono alcune delle richieste che Federcasa, la federazione che riunisce a livello nazionale gli Enti gestori dell’edilizia popolare, ha presentato al Governo per ridurre i disagi che stanno colpendo gli inquilini assegnatari e, di riflesso, anche i singoli Enti gestori sul territorio. Nel documento redatto dal presidente di Federcasa, Luca Talluri, si fa riferimento, in particolare, all’eliminazione dell’Imu per le case popolari e all’eliminazione, o riduzione, dell’attuale carico IRAP (imposta regionale sulle attività produttive) ed IRES (imposta sul reddito delle società), già a partire dai provvedimenti che l’Esecutivo prenderà nel mese di aprile. Una serie di misure che potrebbero aiutare gli Enti gestori a fronteggiare con maggior serenità l’emergenza epidemiologica da COVID-19. In aggiunta, Federcasa chiede di stanziare fondi specifici per la ristrutturazione di alloggi esistenti vuoti e per costruire o acquistare nuovi alloggi, al fine di aumentare il numero complessivo di case popolari.