Nasce il Comitato Nazionale per l’housing sociale

Il 17 novembre al convegno di apertura di Urbanpromo verrà presentato il primo Comitato Nazionale per l’Housing Sociale, costituitosi nelle settimane scorse, che aggrega i soggetti più rappresentativi del settore: Federcasa, Legacoop Abitanti, Confcooperative Habitat, Fondazione Housing sociale, Fondazione Compagnia di San Paolo e Fondazione Sviluppo e Crescita CRT.

È noto come il sistema italiano dell’housing sociale, ma non solo, sia caratterizzato dall’operato autonomo di differenti attori: pubblici (per la maggior parte), privati, non-profit e low-profit. Il risultato di questa eterogeneità sono progetti, spesso molto interessanti, ma troppo piccoli per rispondere ai requisiti e all’interesse di investitori italiani e stranieri e per essere considerati come parte di un disegno più ampio. La debolezza delle tante risorse messe in campo è infatti causata soprattutto dall’impossibilità di delineare obiettivi comuni verso i quali dirigersi e dalla mancanza di un’unica strategia all’interno della quale agire in modo coordinato, valorizzando il contributo specifico di ciascun attore.
Il neocostituito Comitato Nazionale per l’housing sociale si propone finalmente di attuare un’azione trasversale e sinergica tra soggetti che operano in realtà molto diverse tra loro ma con obiettivi convergenti. La finalità che si pone il comitato è specifica: definire una capacità progettuale comune e condivisa da adottare nello sviluppo di progetti di partenariato pubblico-privato. Un tema, questo, molto attuale, ma che rischia di essere difficilmente applicabile senza un confronto, tra i diversi operatori, sui contenuti da perseguire e sulle strategie da adottare.

“Non è stato facile costituire questo comitato perché ognuno di noi rappresenta degli interessi differenti, ma abbiamo portato fino in fondo questo obiettivo nella consapevolezza che questo passo fosse indispensabile per le future sfide che ci aspettano nell’ambito del settore casa”. Giordana Ferri, Direttore Esecutivo Fondazione Housing Sociale
Per conseguire questi obiettivi il Comitato si impegna a:
a. individuare strategie ed approcci innovativi per la realizzazione di interventi di housing sociale in partenariato pubblico-privato;
b. definire una capacità progettuale comune e condivisa da adottare nello sviluppo di progetti di partenariato pubblico-privato nel settore del Social Housing;
c. proporre e promuovere la realizzazione di progetti pilota capaci di esprimere i contenuti e i propositi elaborati;
d. progettare e realizzare iniziative di ogni genere per la promozione, la divulgazione, il coinvolgimento del pubblico e delle popolazioni locali, per lo sviluppo e il raggiungimento degli obiettivi predefiniti.
“I gestori di case popolari stanno lavorando negli ultimi anni alla rigenerazione di un servizio pubblico essenziale per rispondere alla domanda di edilizia sociale che nasce dal disagio economico. La rigenerazione del nostro mondo passa dall’introdurre innovazione sociale sia nella gestione quotidiana delle persone e degli spazi sia nella pianificazione e programmazione della costruzione di nuovi alloggi attraverso la rigenerazione urbana di pezzi di città. Siamo convinti che questo lavoro richieda anche lo sviluppo del partenariato pubblico privato come una delle strade su cui lavorare”. Luca Talluri, Presidente di Federcasa
Il Comitato si propone come soggetto, indipendente ma altamente rappresentativo, sia in Italia che in Europa, capace di restituire la complessità del sistema italiano dell’housing sociale.

L’evento si terrà in modalità web martedì 17 alle 9.30
Link all’evento https://urbanpromo.it/2020/eventi/rilanciare-le-infrastrutture-sociali-in-italia/