Architettura e Vergogna, l’Europa ne parla a Matera

In una tre giorni, promossa tra il 29 Novembre al 1° Dicembre dal collettivo Architecture of Shame, Matera Capitale Europea della Cultura si interrogherà sulle relazioni tra Architettura e Vergogna in Europa, analizzando le voci, le idee e le azioni che sono alla basa dell’architettura e dei valori contemporanei. Un programma ricco di appuntamenti che vedrà la presentazione dei risultati dell’”Indagine sui Non abitanti”, concorso che ha raccolto l’adesione di 12 gruppi da tutta Italia e da quattro Paesi europei diversi, coinvolgendo nel complesso 86 professionisti, tra i quali architetti, artisti, esperti in scienze sociali, project manager, ingegneri, architetti paesaggisti, docenti universitari. Apertura delle attività, il 29 Novembre con “Lettera al Parlamento” un incontro nazionale degli istituti per le case popolari, promosso da Federcasa, Ater Matera e Ater Venezia, nel corso del quale si discuterà del metodo che Architecture of Shame sta sperimentando per il miglioramento della qualità abitativa dello spazio pubblico nei quartieri di case popolari. Obiettivo di AoS nel medio periodo, è quello di fondare a Matera un centro di ricerca e documentazione con esiti biennali che pone la città lucana  e la sua storia come esempio positivo di ribaltamento culturale e di riconsiderazione di ciò che riteniamo “vergogna”.

Indagine Sui Non Abitanti
È un progetto sviluppato dalla collaborazione di