Roma, 11 novembre 1999

 

LAVORI PUBBLICI

 

OGGETTO
Art. 21, comma 1/b, Legge 109/94. Anomalia offerta.

 

 

QUESITO
Se deve essere espletata o meno, per la valutazione delle anomalie delle offerte, l'esclusione automatica e le procedure previste dal comma 1 bis dell'art. 21 della Legge 109/94.

PARERE
L'art. 21 della Legge 109/94 e s.m.i. prevede che, per i soli appalti di lavori pubblici di importo inferiore alla soglia comunitaria, I'Amministrazione interessata procede all'esclusione automatica dalla gara delle offerte che presentino una percentuale di ribasso pari o superiore al punto di anomalia, stabilito a sensi di legge. La procedura di esclusione automatica non è esercitabile qualora il numero delle offerte valide risulti inferiore a cinque.
Pertanto, per poter applicare I'esclusione automatica è necessario che tutte cinque le offerte siano valide. Occorre cioè che vi sia stata una verifica positiva della giuria di gara in merito al possesso dei requisiti da parte delle Imprese concorrenti.
Si evidenzia che I'Amministrazione, prima dell'apertura delle buste contenenti le offerte, chiede ad un numero di offerenti, scelti con un sorteggio pubblico, non inferiore al 10% delle offerte ammesse, arrotondato all'unità superiore, di comprovare entro il termine perentorio di dieci giorni dalla data della richiesta, il possesso dei requisiti di legge. Stessa richiesta sarà effettuata anche all'aggiudicatario ed al concorrente che segue in graduatoria, qualora gli stessi non siano compresi fra i concorrenti sorteggiati.
Inoltre, si sottolinea che per I'individuazione della soglia di anomalia delle offerte, oltre la quale scatta I'esclusione automatica, trattandosi di lavori sotto soglia con cinque offerte valide, il taglio delle ali vale sia per la media dei ribassi, sia per la media degli scostamenti (circolare del Ministero LL.PP. n. 568/508/331 U.L. del 19/4/1999) .
Nel caso in cui il numero delle offerte valide fosse inferiore a cinque, a seguito di esclusione di qualche Impresa, non potrà scattare I'esclusione automatica, ma si dovrà aggiudicare all'Impresa che abbia presentato il maggior ribasso. In tale evenienza I'Amministrazione si può riservare con I'inserimento di apposita clausola nel bando di gara la facoltà di valutare le offerte che presentino carattere anormalmente basso, chiedendo alle Imprese le opportune giustificazioni.


RIFERIMENTI NORMATIVI:
Legge n. 109/94