• I.A.C.P.

    ASCOLI PICENO

  • SOMMARIO

    Costituzione dell'Ente

    Come raggiungere l'Istituto

    Orari di apertura

    Amministratori e dirigenti

  • Patrimonio gestito
  •  

    L'ISTITUTO DALLA FONDAZIONE AD OGGI

    L'Istituto Autonomo per le Case Popolari è stato fondato dal Consiglio Comunale di Ascoli Piceno con deliberazione del 9 Gennaio 1922.

    Il primo Presidente fu lo stesso Podestà.

    Venne eretto in corpo morale con decreto Reale del 28 Maggio 1922 n. 993 pubblicato nella "Gazzetta Ufficiale" del 22 Luglio 1922 n. 172.

    Con lo stesso decreto venne approvato lo Statuto organico composto di 23 articoli.

    Gli scopi dell'Istituto erano stabiliti dall'art. 2:

    Art. 2

    L'Istituto ha lo scopo esclusivo di compiere - nell'ambito del territorio del Comune di Ascoli Piceno - operazioni per le case popolari ai sensi di legge:

    Per attuare questo scopo potrà:

  • a) acquistare o permutare terreni per proprio uso o venderli per la costruzione di case popolari ed anche a privati, quando siano esuberanti o inutilizzabili, per i bisogni dell'Istituto;
  • b) acquistare fabbricati per ridurli a case popolari;

    c) costruire case popolari ed alberghi ed esercitarli;

    d) amministrare case popolari per conto del Municipio o di altri enti;

  • e) concedere a semplice locazione le abitazioni di cui si tratta nelle precedenti lettere b) c) d);
  • f) concedere premi di incoraggiamento per la costruzione di case popolari;

    g) partecipare a istituzioni che si propongono la costruzione di case Popolari.

    Mediante Decreto Ministeriale 25 Ottobre 1937 pubblicato sulla "Gazzetta Ufficiale" n. 288 del 14/12/1937 venne riconosciuto come Istituto autonomo provinciale con la denominazione "Istituto fascista autonomo per le case popolari della provincia di Ascoli Piceno".

    Il primo Presidente del nuovo Ente provinciale fu il Cav. Ottavio Ferrari.

    L'ultimo statuto dell'Istituto è stato approvato con deliberazione consiliare n. 2 del 28/4/1972 (D.M. n. 1758 del 5 Ottobre 1972), a seguito della "Riforma della casa" effettuata con Legge 22/10/71 n. 865.

    Il primo Presidente del nuovo Ente "riformato" è stato il Dott. Ing. Carlo AZZANESI.

     

    Decreto Reale di riconoscimento in corpo morale

    pubblicato nella "Gazzetta Ufficiale" del 22 luglio 1922 n. 172

    VITTORIO EMANUELE III

    PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTA' DELLA NAZIONE RE D'ITALIA

    Veduta la deliberazione in data 9 gennaio 1922 del Consiglio Comunale di Ascoli Piceno con la quale è stato costituito un Istituto Autonomo per le case Popolari con sede in detto comune;

    Veduta l'istanza in data 19 aprile 1922 con la quale si chiede il riconoscimento in corpo morale dell'Istituto predetto;

    Veduta la legge (testo unico) 30 novembre 1919, n. 2318 per le case popolari ed economiche e per l'industria edilizia;

    Sentito il parere del Consiglio di Stato, sulla proposta del nostro Ministro Segretario di Stato per l'Industria e il Commercio;

    Abbiamo decretato e decretiamo

    Articolo Unico

    L'Istituto Autonomo per le case popolari con sede in Ascoli Piceno è riconosciuto come corpo morale e ne è approvato lo statuto organico, composto di n. 23 articoli, annesso al presente decreto, visto e firmato d'ordine nostro dal Ministro proponente.

    Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sia inserito nella Raccolta Ufficiale delle leggi e dei decreti del Regno di Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e farlo osservare.

    Dato a Roma a dì 28 Maggio 1922

    f. VITTORIO EMANUELE

    controfirmato TEOFILO ROSSI

    Luogo del Sigillo V. Il Guardasigilli - f. ROSSI

    Registrato alla Corte dei Conti a dì 20 Luglio 1922 Reg. 202 -

    Atti del Governo foglio 77 - firmato GISO

    dalla GAZZETTA UFFICIALE

    del Regno d'Italia n. 288 del 14/12/1937 (XV)

     

    DECRETO MINISTERIALE 25 ottobre 1937-XV

    Riconoscimento dell'Istituto per le case popolari di Ascoli Piceno come Istituto fascista autonomo provinciale

    IL MINISTERO PER I LAVORI PUBBLICI

    Vista la legge 6 giugno 1935, n. 1129;

    Visto il regolamento per l'attuazione della legge sopraindicata approvato con Reale decreto 30 aprile 1936-XIV, numero 1031;

    Visto lo statuto tipo approvato con R. decreto 25 maggio 1936-XIV, n. 1019, ai sensi dell'art. 2 ultimo comma, della legge 6 giugno 1935, n. 1129;

    Visto il R. decreto 28 maggio 1922 con il quale l'Istituto per le case popolari di Ascoli Piceno fu riconosciuto come corpo morale;

    Ritenuta la opportunità di riconoscere il cennato Istituto come Istituto autonomo provinciale ai sensi dell'art. 2 della legge 6 giugno 1935, n. 1129;

    Visto lo schema di statuto organico approvato dal Consiglio di amministrazione del sopracennato Istituto con delibera 24 aprile e 11 ottobre 1937-XV;

    Decreta:

    L'Istituto per le case popolari di Ascoli Piceno è riconosciuto come Istituto autonomo provinciale con la denominazione di "Istituto fascista autonomo per le case popolari della provincia di Ascoli Piceno".

    E' approvato l'annesso statuto organico del prefato Istituto provinciale composto di 26 articoli.

    L'esercizio finanziario in corso del cennato Istituto avrà termine il 31 Dicembre 1937-XVI; i successivi esercizi finanziari avranno termine il 28 ottobre di ciascun anno.

    Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del Regno ed avrà effetto dalla data della sua pubblicazione.

    Roma, addì 25 ottobre 1937 - Anno XV

    Il Ministro: COBOLLI-GIGLI

     

    Torna all'inizio

  • PRESIDENTI I.A.C.P. PROVINCIALE DALLA FONDAZIONE AD OGGI

    FERRARI Cav. Ottavio 12/5/1938 - 22/10/1942

    BRECCIA Dr.Ing. Giuseppe 16/12/1942 - 12/1/1944 Commiss.Gover.

    MAZZOCCHI Dr. Ing.Oliviero 1/4/1944 - 2/6/1944 Commiss.Gover.

    TOMMASINI Avv. Domenico 12/12/1944 - 18/6/1949

    ZILIOLI Dr. Emilio 17/9/1949 - 8/3/1959

    CATALDI Avv.Mario 5/4/1959 - 17/3/1960 Commiss.Gover.

    DE SANTIS Sig. Ugo 30/3/1960 - 28/9/1961

    ANGELINI Rag. Bernardo 6/10/1961 - 7/2/1966

    LORETI Sig. Aldo 1/4/1966 - 7/5/1971

    AZZANESI Dr.Ing.Carlo 5/7/1971 - 29/3/1985

    DI AGOSTINO Rag.Roberto 22/4/1985 - 21/7/1986

    MARIANI Sig. Giacomo 6/10/1986 - /10/92

    MORGANTI Sig. Luigi 8/10/1992 - 18/1/1993

    Dr.SISTO-Dr.MELONI 18/1/1993 - 21/7/1994 Commissari

    BALIGIONI Sig. Cesidio 25/7/1994 - 14/7/1995

    GIACOMINI Sig. Marcelloo 15/7/1995 - 22/1/1996 Consigliere anziano

    ALBERTI P.I. Adriano 22/1/1996 (in carica)

     

    DIRETTORI DELL'ISTITUTO DALLA FONDAZIONE AD OGGI

    AGOSTINI Geom.Augusto 18/3/1938 - 15/7/1971

    BUCCIARELLI Dr. Luciano 15/7/1971 - 31/12/1985

    ROSEI Dr. Ing. Fernando 1/1/1986 (in carica)

     

    AMMINISTRATORI DELL'ISTITUTO IN CARICA

    ALBERTI P.I. Adriano Presidente

    VENIERI Sig. Ferdinando Vice Presidente

    MIGLIETTA Sig. Giorgio Consigliere in rappresentanza del Consiglio Provinciale

    GIACOMINI Sig. Marcello Consigliere in rappresentanza degli assegnatari di alloggi di E.R.P.

    SPINELLI Sig. Giuseppe Consigliere in rappresentanza organizzazioni sindacali lavoratori autonomi maggiorm.rappresentative

    STANGANELLI Arch. Antonia Consigliere in rappresentanza del Ministero dei LL.PP.

    BERTOZZI Sig. Donatello Consigliere in rappresentanza dell'organizzazione sindacale C I S L

     

    COLLEGIO SINDACALE DELL'ISTITUTO IN CARICA

    AGOSTINELLI D.ssa Gabriella Presidente

    nominato dalla Giunta Regionale

    SPINUCCI Rag.Giovanni Sindaco Revisore

    rappresentante Ministero del Tesoro

    VERDECCHIA Dott. Emidio Sindaco Revisore

    nominato dal Consiglio Provinciale

     

    PERSONALE DI RUOLO IN SERVIZIO

     

    DIRETTORE GENERALE ROSEI Dr.Ing. Fernando

    COORDINATORE TECNICO ORTENZI Dr.Ing.Tonino

    ISTRUTTORI DIRETTIVI VAGNOZZI Geom.Antonio

    OLORI Geom.Amedeo

    MAROZZI Rag.Franco

    GIORGI Rag. Teresa

    ALBERTINI Rag. Luciana

    FERRETTI Ing.Ivo

    FELICETTI Rag. Roberta

    ISTRUTTORI STEA Sig. Filippo

    CARBONI Rag. M.Giuseppina

    CATALDI P.I. VINCENZO

    BENEDETTO Geom.Giuseppe

    TONDI Geom. Ugo

    DI ANDREA Geom. Natale

    D'ANGELO Geom.Alessandro

    COLLINA Geom.Sestilio

    SIMONETTI Geom.Maurizio

    ODOARDI Geom.Quirino

    ESECUTORI SPURIO Sig.a Domenica

    DIAMANTI Sig.a M.Giuseppina

    BALLONI Sig.a Anna

    NICOLAI Sig.a Anna

    PROCACCINI Rag.Domenico

    CAPRIOTTI Sig.na M.Antonietta

    OPERATORI PANICHI Sig. Roberto

     

    Torna all'inizio

     

  • SEDI DELL'ISTITUTO

    La prima sede dell'Ente è stata ............... una sala della Residenza Comunale in Piazza Arringo.

    Soltanto dopo il riconoscimento ad Istituto Provinciale l'Ente si potè permettere una propria Sede che era costituita da un unico stanzone senza impianto di riscaldamento situato in un palazzetto medioevale di Corso Mazzini.

    Successivamente (1966) l'Ente acquistò due appartamenti nel fabbricato realizzato dall'Impresa Sperantini in Via Ancona civ. 22 e li adattò a propri Uffici.

    Anche qui succedeva che qualche dipendente avesse il proprio ufficio nella "cucina".

    Per archivio veniva utilizzato il garage.

    Fin dal 1978 l'Ente progettò di insediare i propri Uffici sull'area dell'ex Centro Sociale di Via Napoli divenuta di sua proprietà a seguito della devoluzione del patrimonio dell'ex Gescal (ed INA-CASA).

    Vennero redatti vari progetti e addirittura fu necessario compilare un apposito piano particolareggiato (Piano di comparto).

    Nelle more dell'approvazione da parte del Comune di Ascoli Piceno di tali progetti, in considerazione delle intervenute esigenze dell'Ente, sempre più pressanti in quanto nel frattempo il personale aveva superato le 30 unità, d'accordo con la stessa Amministrazione Comunale fu stabilito nel 1981 il trasferimento "provvisorio" nell'edificio "ex GIL" di Viale M. Federici 80, di proprietà comunale.

    L'uso di tali locali avvenne per "comodato gratuito" in quanto con lo stesso sistema il Comune utilizzava l'ex Centro Sociale di Via Napoli compresa l'area esterna.

    Tale "provvisorietà" durò ben 12 anni, in quanto soltanto nell'Ottobre 1993, dopo mille vicissitudini l'Istituto ha potuto insediarsi nei nuovi Uffici di Via Napoli 135/a, consoni all'importanza che ormai ha assunto nella realtà socio-economica della provincia.

    Il fabbricato, realizzato con il solo ed unico apporto delle "forze" dell'Ente - infatti è stato progettato, appaltato e diretto da tecnici dell'Istituto ed è stato finanziato unicamente mediante l'utilizzo di parte dell'avanzo di amministrazione consolidato nel tempo attraverso il lavoro dei dipendenti ed una saggia politica economica degli Amministratori, è costituito:

    Volume = mc. 8.040,85

    Superficie complessiva = mq. 2.592

    Tale superficie è distribuita su 5 piani, serviti da un ascensore realizzato, come del resto tutto l'edificio, in conformità alle prescrizioni di cui alla legge 9/1/89 n. 13 per l'eliminazione delle barriere architettoniche.

    Al piano scantinato è stata realizzata una grande autorimessa.

    Ove sarà possibile nel futuro è intenzione di localizzare in tale piano la "sala convegni" sia per l'Ente sia a servizio dell'intera cittadinanza.

    Il piano terra e l'area verde circostante, secondo gli accordi a suo tempo stabiliti, restano a disposizione del Comune per gli scopi che si riterranno più opportuni.

    L'Istituto si è riservato soltanto un salone per il ricevimento del pubblico e l'accesso ai piani.

    Al primo e secondo piano sono dislocati gli Uffici, le Sale del Consiglio di Amministrazione, della Commissione Tecnica, del Collegio Sindacale e di rappresentanza.

    Al piano sottotetto è stato ricavato l'archivio.

     

    Torna all'inizio

     

  • Istituto Autonomo per le Case Popolari della provincia di Ascoli Piceno

     

    Via Napoli n° 135/A 63100 ASCOLI PICENO

     

     

    telefono 0736/3541 fax 0736/343489

     

     

    L'Ufficio è aperto al pubblico nei giorni di

     

    Lun-Mer dalle ore 15:30 alle ore 18:30, Mar-Ven dalle ore 10:00 alle ore 12:00

     

     

    Torna all'inizio

     

  • L'Istituto è situato nel quartiere di S. Filippo davanti al supermercato STANDA, ed è raggiungibile, per coloro che vengono dall'autostrada A14, percorrendo la superstrada ASCOLI-MARE uscita "Marino" imboccando la strada Piceno Aprutina; per coloro che vengono da ROMA uscita "Porta Cartara" imboccando Via Napoli Ovest.

     

    Torna all'inizio

     

  • PATRIMONIO GESTITO

     

       

    ALLOGGI

         

    COMUNE

    LOCAZIONE

    SEMPLICE

    RISCATTO PROPRIETA'

    LOCALI

    TOTALE

    VANI

    TOTALI ALLOGGI

    1

    ACQUASANTA TERME

    65

    26

    1

    380,42

    92

    2

    ACQUAVIVA PICENA

    28

    10

     

    163,43

    38

    3

    ALTIDONA

    7

    8

    1

    50,19

    16

    4

    AMANDOLA

    28

    38

     

    216,00

    66

    5

    APPIGNANO DEL TRONTO

    26

       

    132,98

    26

    6

    ARQUATA DEL TRONTO

    20

    4

     

    108,83

    24

    7

    ASCOLI PICENO

    1459

    881

    91

    8869,03

    2431

    8

    BELMONTE PICENO

    3

    2

     

    27,47

    5

    9

    CAMPOFILONE

    3

    6

     

    38,74

    9

    10

    CARASSAI

    8

       

    30,86

    8

    11

    CASTEL DI LAMA

    46

    25

    3

    285,31

    74

    12

    CASTIGNANO

    20

    25

     

    118,74

    45

    13

    CASTORANO

    8

       

    47,71

    8

    14

    COLLI DEL TRONTO

    19

    1

    1

    89,15

    21

    15

    COMUNANZA

    21

    23

     

    183,58

    44

    16

    COSSIGNANO

    8

    1

     

    37,73

    9

    17

    CUPRAMARITTIMA

    38

    9

    1

    193,86

    48

    18

    FALERONE

    13

    13

     

    94,13

    26

    19

    FERMO

    43

    191

    3

    280,94

    237

    20

    FOLIGNANO

    28

    6

     

    157,75

    34

    21

    FORCE

    26

       

    131,93

    26

    22

    FRANCAVILLA D'ETE

    5

    1

     

    36,68

    6

    23

    GROTTAMMARE

    56

    31

     

    331,57

    87

    24

    GROTTAZZOLINA

    39

    8

     

    241,70

    47

    25

    LAPEDONA

    6

    4

     

    25,78

    10

    26

    MAGLIANO DI TENNA          

    27

    MALTIGNANO

    6

    1

     

    25,98

    7

    28

    MASSA FERMANA

    2

    9

     

    30,71

    11

    29

    MASSIGNANO

    6

    8

     

    34,51

    14

    30

    MONSAMPIETRO MORICO  

    4

     

    12,79

    4

    31

    MONSAMPOLO DEL TR.

    14

    16

    2

    76,64

    32

    32

    MONTALTO MARCHE

    28

    10

     

    181,24

    38

    33

    MONTAPPONE

    24

    3

    1

    117,90

    28

    34

    MONTEDINOVE

    7

    1

     

    33,15

    8

    35

    MONTEFALCONE APP.NO

    4

       

    17,74

    4

    36

    MONTEFIORE DELL'ASO

    19

    13

     

    171,55

    32

    37

    MONTEFORTINO

    17

    16

     

    94,63

    33

    38

    MONTEGALLO

    15

    12

     

    59,52

    27

    39

    MONTEGIBERTO

    7

    7

     

    49,37

    14

    40

    MONTEGIORGIO

    38

    22

     

    261,22

    60

    41

    MONTEGRANARO

    61

    109

     

    390,66

    170

    42

    MONTELEONE DI FERMO

    10

       

    50,33

    10

    43

    MONTELPARO

    6

    2

     

    35,94

    8

    44

    MONTEMONACO

    10

    11

     

    37,00

    21

    45

    MONTEPRANDONE

    32

    19

     

    158,21

    51

    46

    MONTERINALDO          

    47

    MONTERUBBIANO

    21

    6

     

    119,93

    27

    48

    MONTE S.PIETRANGELI

    15

    7

     

    114,54

    22

    49

    MONTEURANO

    55

    17

    1

    356,00

    73

    50

    MONTE V.COMBATTE

    6

       

    35,68

    6

    51

    MONTE V.CORRADO

    3

    1

     

    13,93

    4

    52

    MONTOTTONE

    11

    3

     

    58,06

    14

    53

    MORESCO  

    4

       

    4

    54

    OFFIDA

    29

    29

     

    194,23

    58

    55

    ORTEZZANO

    6

    3

     

    43,39

    9

    56

    PALMIANO

    6

       

    21,46

    6

    57

    PEDASO

    60

    34

     

    364,36

    94

    58

    PETRITOLI

    15

    10

     

    93,15

    25

    59

    PONZANO DI FERMO          

    60

    PORTO S.ELPIDIO

    146

    49

    12

    877,12

    207

    61

    PORTO SAN GIORGIO

    158

    80

    5

    888,54

    243

    62

    RAPAGNANO

    4

       

    16,61

    4

    63

    RIPATRANSONE

    6

    32

     

    49,42

    38

    64

    ROCCAFLUVIONE

    25

    7

    1

    125,75

    33

    65

    ROTELLA

    14

    12

     

    82,27

    26

    66

    S.BENEDETTO DEL TR.

    426

    308

    6

    2559,01

    740

    67

    S.VITTORIA IN MAT.  

    20

     

    39,38

    20

    68

    S.ELPIDIO A MARE

    88

    44

    1

    567,07

    133

    69

    SERVIGLIANO

    35

    3

     

    211,40

    38

    70

    SMERILLO

    5

    1

     

    24,62

    6

    71

    SPINETOLI

    30

    13

     

    159,54

    43

    72

    TORRE S.PATRIZIO

    3

    24

     

    30,20

    27

    73

    VENAROTTA

    26

    15

     

    118,69

    41

     

    TOTALI

    3522

    2298

    130

    21277,95

    5950

     

    Torna all'inizio